Accadde a Firenze: 30 ottobre 1935

di Francesco

Accadde a Firenze: 30 ottobre 1935 Il re Vittorio Emanuele III inaugura a Firenze la Stazione di Santa Maria Novella e la Biblioteca Nazionale Centrale. I lavori della biblioteca, progettata da Cesare Bazzani, erano durati ben 24 anni, anche a causa dell’interruzione durante la prima guerra mondiale. Gli autisti del re, arrivando da Santa Croce,…

Accadde a Firenze: 30 settembre 1537

di Francesco

Accadde a Firenze: 30 settembre 1537 Conferma dell’elezione di Cosimo a duca da parte dell’imperatore Carlo V. Quando Alessandro de’Medici venne ucciso nel gennaio di quell’anno, il titolo di duca sarebbe dovuto passare a Giulio, il giovanissimo figlio illegittimo di Alessandro. Per Firenze, significava una lunga reggenza in mani straniere in quanto la vedova di…

Accadde a Firenze: 15 settembre 1570

di Francesco

Accadde a Firenze: 15 settembre 1570 “E a dì 15 Settembre 1570, [il ponte] fu finito di disarmare ed apparve ad ognuno come veramente è, bello, vago e sfogato“. A scrivere è Agostino Lapini, vissuto al tempo in cui l’Ammannanati ricostruì il Ponte di Santa Trinita. Il “grande diluvio” del 1554 si era portato via…

Accadde a Firenze: 1 settembre 1485

di Francesco

Accadde a Firenze: 1 settembre 1485 Era il primo settembre 1485 quando il ricco banchiere Giovanni Tornabuoni, zio di Lorenzo il Magnifico, direttore del banco mediceo di Roma nonché depositario della camera apostolica, sigla con i pittori Davide e Domenico Ghirlandaio il contratto di allogagione di un ciclo di affreschi a decorazione della cappella maggiore…

Accadde a Firenze: 3 agosto 1530

di Francesco

Accadde a Firenze: 3 agosto 1530 Francesco Ferrucci muore a Gavinana. Capitano della Repubblica fiorentina nel 1529-1530, era nato in una modesta casa in San Frediano. Scrive Gino Capponi nella Storia della Repubblica di Firenze, “ebbe fino a 40 anni oscura la vita“, vita che si concluse a 41 anni. Si formò nella Firenze del…

Accadde a Firenze: 22 giugno 1633

di Francesco

Accadde a Firenze: 22 giugno 1633 Galileo Galilei pronunciò la sua abiura davanti ai giudici del “Sant’Officio” che avevano emesso una severa sentenza di condanna in merito alle sue teorie astronomiche. Vi sono numerose copie della sentenza e dell’abiura (una anche a Firenze, nell’Archivio Arcivescovile). Con una candela in una mano e i Vangeli nell’altra,…